News

Fimosi, buoni i risultati con la terapia topica

La fimosi è una condizione pediatrica molto frequente che in alcun casi richiede una risoluzione chirurgica: la circoncisione.

Un recente studio prospettico a lungo termine ha evidenziato come un trattamento con betametasone dipropionato allo 0,05 % sia in grado di evitare l’intervento chirurgico in circa il 77 % dei casi.

Riferimenti:

Acta Paediatr. 2012 Mar; 101(3). Epub 2011 Dec 9.

Local steroid therapy as the first-line treatment for boys with symptomatic phimosis - a long-term prospective study.

Reddy S, Jain V, Dubey M, Deshpande P, Singal AK.

 

Alimentazione ed infertilità maschile

Sembrerebbero esservi importanti correlazioni tra infertilità maschile, obesità e qualità degli alimenti.

Diversi studi evidenziano infatti una correlazione inversa tra indice di massa corporea (BMI); ed i principali ormoni che mediano la fertilità maschile; gli obesi hanno aumentati livelli di estrogeni e ridotti livelli di FSH, LH, Inibina B, Testosterone

L’aumento del BMI si correlerebbe tra l’altro con una riduzione della motilità degli spermatozoi (astenozoospermia) e con un aumento della frammentazione del DNA nemaspermico.

Una cattiva alimentazione ricca in acidi grassi saturi sarebbe causa di una riduzione del numero di spermatozoi mentre una buona di acidi grassi omega 3 correlerebbe con una migliore morfologia dello spermatozoo; alcuni studi della letteratura recente suggerirebbero una supplementazione con EPA e DHA  nei paziente infertili con bassi livelli di omega 3

Ma non solo la quantità ma anche la qualità degli alimenti ha delle ripercussioni sulla fertilità maschile; molta attenzione è rivolta ai composti cosiddetti endocrine-disrupting cioè  inquinanti chimici che sono in grado di mimare gli ormoni, a causa della loro somiglianza strutturale con gli ormoni endogeni (quelli prodotti dal nostro organismo) e la loro capacità di interagire con le proteine di trasporto degli ormoni stessi.

Pertanto, gli effetti degli ormoni endogeni possono essere simulati o, in alcuni casi, completamente bloccati. Un numero consistente di inquinanti ambientali, come bifenili policlorurati, le diossine, idrocarburi policiclici aromatici, ftalati, il bisfenolo A, alchilfenoli, pesticidi e metalli pesanti (arsenico, cadmio, piombo, mercurio), hanno dimostrato di interferire con la funzione endocrina; tali composti possono essere rilasciati nell’ambiente in modalità diversa come fumi, acque reflue, uso sconsiderato di pesticidi, rilascio diretto sull’alimento (si pensi agli ftalati ed ai contenitori in plastica) Tali sostanze possono causare problemi riproduttivi diminuendo il numero di spermatozoi e la qualità e sono anche imputati di entrare in gioco nel tumore alla mammella maschile nel, criptorchidismo, ipospadia, etc.

Sono pochi gli studi controllati, ma, dall'insieme di essi, sembra emergere che l'idea di cibi freschi, non contaminati, integrati da micronutrienti ad attività riducente e, soprattutto, un introito calorico equilibrato da adeguato dispendio energetico, svolgano un ruolo terapeutico reale nella cura di obesità ed infertilità.

Riferimenti:

BJU Int.2012 Feb 2.  Association between obesity and alteration of sperm DNA integrity and mitochondrial activity.Fariello RM, Pariz JR, Spaine DM, Cedenho AP, Bertolla RP, Fraietta R.

Hum Reprod. 2012 May;27(5):1466-74. Epub 2012 Mar 13. Dietary fat and semen quality among men attending a fertility clinic.Attaman JA, Toth TL, Furtado J, Campos H, Hauser R, Chavarro JE

Andrologia.2011 Feb;43(1):38-47. Epub 2010 Dec 19.Effect of omega-3 polyunsaturated fatty acid supplementation on semen profile and enzymatic anti-oxidant capacity of seminal plasma in infertile men with idiopathic oligoasthenoteratospermia: a double-blind, placebo-controlled, randomised study. Safarinejad MR.

Reprod Fertil Dev.2011;23(3):403-16.Negative impact of endocrine-disrupting compounds on human reproductive health. Balabani? D, Rupnik M, Klemen?i? AK.

Clin Nutr.2010 Feb;29(1):100-5. Epub 2009 Aug 8. Relationship of omega-3 and omega-6 fatty acids with semen characteristics, and anti-oxidant status of seminal plasma: a comparison between fertile and infertile men. Safarinejad MR, Hosseini SY, Dadkhah F, Asgari MA.

 

Viagra e cuore

Un altro recente studio italiano evidenzierebbe effetti positivi di una somministrazione cronica di Sildenafil (Viagra) sulla funzionalità cardiaca.

Questo lavoro effettuato su pazienti diabetici con ipertrofia ventricolare sinistra associata a difetti di contrazione miocardica mette in luce un effetto “antirimodellamento” che si esprime con un miglioramento della funzione contrattile ed un miglioramento dei principali indici emodinamici. L’aspetto interessante è tra l’altro dato dal fatto che tale miglioramento non sembra essere conseguenza di un effetto vasodilatatorio o da un meccanismo di azione endoteliale ma da un azione diretta intramiocardica

Riferimenti:

Circulation. 2012 May 15;125(19):2323-33. Epub 2012 Apr 11.

Chronic Inhibition of cGMP phosphodiesterase 5A improves diabetic cardiomyopathy: a randomized, controlled clinical trial using magnetic resonance imaging with myocardial tagging.

Giannetta E, Isidori AM, Galea N, Carbone I, Mandosi E, Vizza CD, Naro F, Morano S, Fedele F, Lenzi A.

 

Infezione da Mycoplasmi e infertilità maschile

Un considerevole numero di casi di infertilità maschile è associato ad infiammazione delle ghiandole accessorie.

I più comuni agenti trasmissibile per via sessuale sono la Chlamydia, L’Ureaplasma ed il Mycoplasma.

I maggiori effetti negativi  sia sulla concentrazione che sulla motilità e sulla morfologia nemaspermica  sembrerebbero essere determinati dalla flogosi indotte da Mycoplasma

Riferimenti:

Andrologia. 2012 May;44 Suppl 1:410-8 Epub 2011 Jul 18.

The effect of bacterial contamination of semen on sperm chromatin integrity and standard semen parameters in men from infertile couples.

Rybar R, Prinosilova P, Kopecka V, Hlavicova J, Veznik Z, Zajicova A, Rubes J.

 

Intervento di varicocele e liquido seminale

Diversi studi in letteratura hanno documentato il miglioramento dei parametri seminali dopo varicocelectomia. Ma quanto tempo occorre per valutare il miglioramento del liquido seminale.

Un recente studio canadese ha messo in evidenza che i parametri seminali migliorano  già a tre mesi dall’intervento ( durata della sprermatogenesi) ma controlli a sei mesi e nove mesi dall’intervento non evidenziano ulteriori miglioramenti rispetto a quelli già evidenziati a tre mesi.

Riferimenti:

J Urol. 2012 Jan;187(1):227-31. Epub 2011 Nov 17.

Time for improvement in semen parameters after varicocelectomy.

Al Bakri A, Lo K, Grober E, Cassidy D, Cardoso JP, Jarvi K.